Modelli e riferimenti normativi

Servizi Demografici

 

Trasferimento di residenza

NOVITA': Cambio di Residenza in tempo reale dal 9 maggio 2012

Dal 9 Maggio 2012 inizia la prima attuazione delle disposizioni dell'art. 5 del D.L. 9 febbraio 2012 (legge di conversione 35 del 4 aprile 2012) inerente il "Cambio di Residenza in tempo reale"

 

Per conoscere le disposizioni attuative definitive bisognerà comunque attendere la revisione del regolamento anagrafico (con DPR) - Nel frattempo con circolare ministeriale sono state impartite le disposizioni necessarie all'avvio, come di seguito riportato

 

Modulistica prime disposizioni attuative

Le domande di iscrizione provenienti da altro comune o dall'estero, di cambio di abitazione all'interno del comune o, di trasferimento all'estero (per i soli cittadini italiani) redatte su modulistica ministeriale debitamente compilata e sottoscritta e corredata della documentazione indicata dal ministero stesso, potranno essere presentate, per:

 

per posta raccomandata all'indirizzo: Comune di Salcito - Via Umberto I° n. 4 - 86026 Salcito (CB)

 

per fax al n. 0874 878380

 

o, per via telematica agli indirizzi:

-          postmaster@pec.comunedisalcito.it

-          info@comunedisalcito.it 

 

in questo caso tuttavia nel rispetto di una delle seguenti condizioni:

  • la richiesta sia sottoscritta con firma digitale;
  • la dichiarazione sia trasmessa dalla casella di posta elettronica certificata (PEC) del dichiarante;
  • la dichiarazione recante la firma in originale e la riproduzione integrale del documento di identità valido del dichiarate, siano acquisiti a mezzo scanner e trasmessi per posta elettronica semplice.

La dichiarazione di residenza è resa a norma del DPR 445/2000, pertanto in caso di dichiarazioni mendaci si applicano gli art. 76 e 77 dello stesso DPR, che dispongono la decadenza dai benefici acquisiti (ovvero il ripristino della posizione anagrafica precedente, come non fosse mai intervenuta alcuna modifica), nonché il rilievo penale. E' inoltre prevista la comunicazione all'Autorità di Pubblica Sicurezza

 

Il nuovo procedimento (in breve)

  • è rilasciata all'interessato, contestualmente alla presentazione allo sportello o successivamente, con altro mezzo, la comunicazione di avvio del procedimento prevista dalla Legge 241/90 e recante l'informazione degli accertamenti eseguiti e la durata del procedimento entro 2 giorni lavorativi il comune dispone la registrazione della nuova residenza, con decorrenza dalla data di presentazione della richiesta e - ove ne ricorra il caso - richiede la cancellazione al comune di provenienza, il quale la dispone entro 2 giorni lavorativi, mentre entro 5 giorni lavorativi comunica/conferma al comune di nuova iscrizione i dati necessari alla registrazione della scheda individuale e di famiglia;
  • nelle more il comune di nuova iscrizione rilascia solo certificazioni di residenza e stato di famiglia limitatamente alle informazioni documentate, il comune di provenienza invece sospende immediatamente la certificazione;
  • il comune di nuova iscrizione dispone accertamenti per la verifica della dimora abituale, dei quali deve obbligatoriamente comunicare l'esito all'interessato entro 45 giorni dalla data di presentazione della domanda, pena il silenzio-assenso;
  • in caso di pre-requisiti mancanti (es. titolo di soggiorno) od esito negativo dell'accertamento in ordine alla dimora abituale - fatto salvo il rispetto del termine di cui sopra - il comune invia all'interessato il preavviso di rigetto previsto dall'art. 10 bis Legge 241/90 smi. L'interessato ha diritto di presentare, entro il termine di 10 giorni, osservazioni e documenti. La comunicazione interrompe i termini, che iniziano a decorrere di nuovo dalla data di presentazione delle osservazioni o, trascorsi 10 giorni dalla comunicazione di cui sopra. Le motivazioni di mancato accoglimento delle osservazioni dovranno essere indicate nel provvedimento di rigetto e di ripristino della posizione precedente
  • le richieste prive di informazioni essenziali sono irricevibili

 

MODULISTICA

  Allegato A - Dichiarante cittadino NON Comunitario (78 KB).

  Allegato B - Dichiarante cittadino Comunitario (158 KB).

  Modulo dichiarazione di  cancellazione (62 KB).

  Modulo dichiarazione di residenza (120 KB).

 

NOTIZIE UTILI

Concetto e decorrenza della residenza:

Le registrazioni anagrafiche devono corrispondere alla situazione di fatto.

Il concetto di residenza è fondato sulla dimora abituale, costituita dall'elemento obiettivo della permanenza in luogo e soggettivo dell'intenzione di avervi dimora stabile, quest'ultimo rilevabile dalle consuetudini di vita e dallo svolgimento delle relazioni sociali e familiari.

L'ottenimento della residenza è pertanto subordinato al buon esito delle attività di verifica ed istruttoria sulla sussistenza del presupposto essenziale della dimora abituale.

In caso di accoglimento la residenza viene concessa con decorrenza retroattiva al giorno in cui l'interessato ha reso la dichiarazione di variazione.

Di questa data dovrà essere tenuta memoria, anche al fine di potere autocertificare i dati della residenza.

 

La famiglia anagrafica:

Agli effetti anagrafici la "famiglia" è un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o comunque da vincoli affettivi che coabitano abitualmente una stessa dimora. Le persone coabitanti e legate dai vincoli suddetti non possono costituire nuclei familiari separati. Una famiglia può essere composta anche da una sola persona.

 

Codice della Strada

La richiesta di aggiornamento dei dati della patente e dei documenti di circolazione è obbligatoria, l'omessa comunicazione è sanzionata. La comunicazione alla Motorizzazione Civile viene inviata una volta definita positivamente la richiesta di variazione.

Qualora trascorsi 6 mesi da tale data non siano pervenuti tagliandi, si potrà contattare la Motorizzazione Civile al numero verde 800232323.

 

Torna a inizio pagina

 

Area Contabile - Servizio Tributi

Download

AVVISO ALIQUOTE IMU DELIBERATE ANNO 2012

MODELLO F24 IMU SEMPLIFICATO COMPILABILE

ISTRUZIONI COMPILAZIONE MOD. F24 SEMPLIFICATO

I.M.U. – VALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI – ART. 3 DEL REGOLAMENTO COMUNALE

MODELLO DI DICHIARAZIONE IMU

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO DI DICHIARAZIONE

MODELLO RIDUZIONE T.A.R.S.U.

RICHIESTA ALLACCIO RETE IDRICA E FOGNARIA

MODELLO VARIAZIONE TRIBUTI COMUNALI

Area Tecnica – Sportello Unico per l’Edilizia

Download

D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”

D.Lgs 27 dicembre 2002, n. 301 "Modifiche ed integrazioni al D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, recante testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia"

Classificazione degli interventi e regime abilitativo.

Richiesta di Permesso di Costruire ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i.

Comunicazione di attività edilizia libera ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i.

Richiesta Certificato di Destinazione Urbanistica ai sensi dell’art. 30 del D.P.R. 380/2001 e s.m.i.

 

AVVISO IMPORTANTE

L’Istituto Nazionale di statistica effettua la rilevazione statistica sui permessi di costruire per fornire un’ampia informazione statistica a livello nazionale e territoriale e per ottemperare agli obblighi previsti dal Regolamento del Consiglio dell’Unione Europea (n. 1165/98 del 19 maggio 1998), che prevede l’invio di dati relativi alle principali variabili rilevate, entro 90 giorni dal trimestre di riferimento. L'indagine è presente nel Programma statistico nazionale, che raccoglie l’insieme delle rilevazioni statistiche necessarie al Paese e dal quale deriva l’obbligo di risposta per tutti i soggetti privati (PSN 2008-2010 approvato con DPR 11 novembre 2008 - G.U. n. 20 - serie gen. - 26 gennaio 2009). Tale obbligo per i rispondenti pubblici è sancito dal n. 322 D.lgs. n. 322 del 6 settembre 1989.

-Devono compilare il modello di rilevazione tutti i richiedenti un permesso di costruire, i titolari di DIA per nuovi fabbricati o per ampliamenti di volume di fabbricati preesistenti, nonché le pubbliche amministrazioni per le quali è stato approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di fabbricati o ampliamenti destinati a edilizia pubblica ai sensi dell'art. 7 del DPR 380/2001.

-Per la compilazione on-line ci si deve prima registrare sul sito: https://indata.istat.it/pdc mediante la funzione "REGISTRAZIONE" avendo cura di conservare il codice utente e la password iniziale. Per replicare gli accessi con la funzione "MODELLO" si dovrà utilizzare il codice utente e la password personale. Una dettagliata "Guida alla procedura telematica" è consultabile tramite la funzione "ISTRUZIONI". Per l'utilizzo della procedura telematica è necessario avere un indirizzo e-mail.

-Nel caso di utilizzo del modello cartaceo, alternativo alla compilazione on-line, sono presenti sul sito: https://indata.istat.it/pdc, in formato idoneo per la stampa, nella funzione "ISTRUZIONI", i due tipi di modello di rilevazione: ISTAT/PDC/RE (per l'edilizia residenziale) e ISTAT/PDC/NRE (per l'edilizia non residenziale) e le rispettive istruzioni per la compilazione del modello, oppure direttamente dal sito del Comune di Salcito di seguito riportati.

ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL SITO HTTPS://INDATA.ISTAT.IT/PDC “Guida alla procedura Telematica

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA, EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, ART. 7) - MODELLO PER L’EDILIZIA RESIDENZIALE (per chi non effettua la compilazione on-line)

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA, EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, ART. 7) - MODELLO PER L’EDILIZIA NON RESIDENZIALE (per chi non effettua la compilazione on-line)

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/RE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

info@comunedisalcito.it

postmaster@pec.comunedisalcito.it